Seleziona una pagina

 

Qualche settimana fa mi ha scritto Fernando per farmi i complimenti per la mia pagina. In molti direbbero “un follower come tanti”. A me la parola “follower” fa ribrezzo per cui preferirei descriverlo come “una persona gentile che si è ritagliata del tempo per mandarmi un messaggio e complimentarsi con me”… Nei giorni seguenti a quel primo messaggio Fernando mi ha detto: “Stella, ti posso fare un regalo? Devo farti assaggiare una pasta. Si chiama Pasta Armando. Magari non ti piacerà, ma io la utilizzo sempre e vorrei che la provassi”. Inizialmente ho rifiutato perché siete già così gentili da seguirmi, figuratevi se mi metto a chiedervi di spedirmi le materie prime che utilizzate voi!
Ma poi lui ha insistito dicendomi che lo faceva con piacere e per non risultare scortese ho accettato.
Appena arrivato il pacco a casa (curiosa come una scimmia) ho subito provato questa @pastarmando e…..me ne sono innamorata🥰
Ho scritto a Fernando per dirglielo e solo in quel momento mi ha comunicato che lui, insieme alla moglie Maria Gabriella, è il proprietario dell’azienda. Mi ha detto che voleva ricevere da me un parere sincero e che non gli interessava farmi fare pubblicità ad un prodotto che non fosse stato di mio gradimento.
Sono rimasta senza parole.
La qualità della pasta è innegabile, ma la trasparenza e l’onestà di Fernando mi hanno lasciata letteralmente senza parole! Il non voler ricorrere al profitto a tutti i costi e l’importanza di instaurare relazioni sincere e durature sono concetti di cui tutti noi dovremmo ricordarci più spesso.
Per cui, viva la Pasta Armando, ma soprattutto viva Fernando😍
Ps. E a questo punto che dite, un “viva” lo dedichiamo pure a questa “chitarra” con zafferano e bottarga?😍

 

 

Ingredienti per due persone:

250 grammi di Pasta Armando “La chitarra”

Due bustine di zafferano

Bottarga di muggine q.b.

Uno spicchio d’aglio

Olio q.b.

 

Procedimento:

  • Portate a bollore in una pentola abbondante acqua salata e lessate la pasta per la metà del tempo indicato sulla confezione.
  • Nel frattempo, in una padella a bordi alti, fate imbiondire uno spicchio d’aglio e, non appena risulterà dorato, rimuovetelo con l’aiuto di un cucchiaio.
  • Con l’ausilio di una schiumarola tirate su la pasta e continuate a cuocerla (o per meglio dire, a “risottarla”) nella padella, aggiungendo un mestolo di acqua di cottura alla volta per completare la cottura. Prima di aggiungere l’ultimo mestolo di acqua di cottura scioglieteci dentro lo zafferano.
  • Lasciate che l’acqua si ritiri completamente, spegnete il fuoco, aggiungete una dose generosa di bottarga e…. correte a tavola che è pronto!!!
Instagram
Facebook
YouTube