Chitarra con melanzane, basilico e provolone del Monaco 

Chitarra con melanzane, basilico e provolone del Monaco 

Non mi sembra vero😊

Ho ripreso possesso della mia cucina e finalmente dopo 7 lunghissimi giorni mangio la pasta 😍

Ho optato per questa Chitarra Pasta Armando con melanzane, basilico e provolone del monaco.

Che dite, ho scelto il piatto giusto per il rientro? 🤤

 

Ingredienti per due persone:
100 g di Provolone del Monaco
1 melanzana
Basilico
Olio evo q.b.

 

Procedimento:
  •  Fate scaldare un giro d’olio in padella e aggiungete la melanzana tagliata a cubetti. Aggiungete il basilico e lasciate cuocere a fuoco vivace per una decina di minuti o fino a quando i vostri cubetti non risulteranno ben dorati.
  • Lessate la pasta, scolatela al dente e saltatela qualche istante nella padella con le melanzane aggiungendo un bel mestolo di acqua per completare la cottura.
  • Una volta pronta, spegnete il fornello e aggiungete anche il provolone del Monaco grattugiato molto finemente e mantecate energicamente.
  • A questo punto la vostra pasta dovrebbe risultare super cremosa ed è proprio questo il momento di correre a tavola e divorarla!🤤
Consiglio: è preferibile utilizzare un provolone del Monaco abbastanza stagionato per evitare che in cottura faccia i grumi o fili. In alternativa, vi consiglio di grattugiare la parte più vicina alla crosta del provolone che risulta sempre più compatta🤤
Cous cous aromatizzato all’arancia con tonno fresco e melanzane 

Cous cous aromatizzato all’arancia con tonno fresco e melanzane 

Cous cous aromatizzato all’arancia con tonno fresco e melanzane 🍊

Ecco il piatto super healthy che mi ci vorrebbe dopo aver mangiato 1 kg e mezzo di porceddu sardo ieri sera per cena 🙈

 

Ingredienti per due persone:
2 bicchieri di Cous cous
1 melanzana
200 g di tonno fresco
1 arancia
Olio q.b.
1 bicchiere d’acqua

 

Procedimento:
  • Tagliate il tonno a cubetti e mettetelo a marinare per circa 30 minuti con una bella spruzzata di arancia.
  • Fate scaldare un giro d’olio in padella e aggiungete le melanzane tagliate a cubetti.
  • Fatele cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti girandole di tanto in tanto.
  • Mettete il cous cous in una ciotola capiente, aggiungete l’acqua calda e anche qui aggiungete una spruzzata di arancia. Coprite per 5 minuti e poi passate all’impiattamento.
  • Disponete un coppapasta al centro del piatto da portata, aggiungete un po’ di cous cous e livellate per bene con l’aiuto di un cucchiaio.
  • Aggiungete il tonno marinato ed infine le melanzane. Lasciate in posa per qualche minuto e poi… correte a divorarlo 🤤
Consigli: ricordate che per consumare il pesce crudo è opportuno accertarsi che sia stato preventivamente abbattuto. Se non ne avete la certezza, dategli una scottata in padella prima di consumarlo… il risultato sarà comunque eccellente! 
Rigatoni con crema di zucchine, basilico e burrata 

Rigatoni con crema di zucchine, basilico e burrata 

48 ore che sono in Corsica e già sento la mancanza della pasta 🙈

Tipo che proprio ora mi farei un piatto di questi Rigatoni Pasta Armando con crema di zucchine, basilico e burrata 🤤

E voi, da veri italiani quali siete, quando andate all’estero, dopo quanto cominciate a sentire nostalgia del nostro amato carboidrato? 🍝

 

Ingredienti per due persone:
6 zucchine romanesche
20 g di basilico
125 g di burrata
Olio evo q.b.

 

 

Procedimento:
  • Fate scaldare un giro d’olio in padella e aggiungete le zucchine tagliate a cubetti.
  • Fatele cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti e poi frullatele con il basilico e la burrata.
  • La crema che otterrete dovrà essere omogenea e piuttosto liquida.
  • Lessate i rigatoni in abbondante acqua salata, scolateli al dente direttamente nella padella con la crema di zucchine e burrata e portate a termine la cottura aggiungendo un goccio d’acqua qualora la crema dovesse ritirarsi troppo.
Consigli: una volta che avrete impiattato, potete aggiungere qualche altro fiocchetto di burrata e qualche foglia di basilico. 
Polpo rosticciato

Polpo rosticciato

Quante volte avete toppato a preparare il polpo e l’avete servito a tavola che era duro come una soletta di una scarpa?? 😅

Io troppe 🙈

Ma finalmente ho trovato la ricetta perfetta e quello rosticciato (con schiacciata di patate e zucchine) che state vedendo in foto è tenero come un burro 🤤

 

Ingredienti per 4 persone:
1 kg di polpo
1 spicchio d’aglio
Mezzo bicchiere di vino bianco
Brodo vegetale q.b.
Olio evo q.b.

 

Procedimento:
  •  Comprate un polpo fresco e surgelatelo per almeno 24 ore.
  • Una volta scongelato, battetelo energicamente (con un matterello o un batticarne) così si romperanno le fibre e verrà più morbido.
  • Una padella fate scaldare qualche cucchiaio di olio insieme allo spicchio d’aglio e, non appena quest’ultimo di sarà imbiondito, aggiungete il polpo intero.
  • Copritele con un coperchio e fatelo cuocere per 10 minuti a fuoco basso.
  • A questo punto sfumatelo con il vino bianco e, una volta che l’alcol sarà completamente evaporato, aggiungete il brodo vegetale fino a coprire completamente i tentacoli.
  • Portate a bollore e lasciate cuocere il polpo per almeno 45 minuti. Trascorsi i 45 minuti, tagliate il polpo a pezzi, scaldate una padella e, quando sarà diventata bollente, mettete il polpo a “rosticciare” e cuoceteli fino a che non si sarà creata una bella crosticina.
Consigli: vi consiglio di servire il polpo con una schiacciata di patate e delle zucchine saltate in padella. 
Cestini di Pasta Phyllo con melanzane, pomodorini e stracciatella

Cestini di Pasta Phyllo con melanzane, pomodorini e stracciatella

Non c’è niente da fare…i cestinetti di pasta phyllo sono sempre l’antipasto più buono del mondo 🤤

E probabilmente questa versione con le melanzane, i pomodorini e un goccio di stracciatella è la mia preferita in assoluto 🤩

E a te piace? 😍

 

Ingredienti per 4 persone:
2 fogli di pasta phyllo
300 g di pomodorini datterini 
1 melanzana 
60 g di stracciatella 
Basilico q.b. 
Olio evo q.b. 

 

 

Procedimento:
  • Fate scaldare un giro d’olio in padella e aggiungete le melanzane tagliate a cubetti. 
  • Fatele cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti e poi aggiungete anche i pomodorini tagliati in quattro. Lasciate cuocere ancora per 5/6 minuti.
  • Nel frattempo dedicatevi alla preparazione dei cestinetti: prendete un foglio di pasta phyllo, ricavatene dei rettangoli e ripiegateli su se stessi. Dovrete ottenere dei quadrati di circa 10 cm per 10 cm.
  • Con l’aiuto di un pennello ungete i quadrati di pasta phyllo e disponeteli all’interno di alcuni stampini.
  • Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 5/7 minuti.
  • Una volta pronti sfornateli, toglieteli dagli stampini, riempiteli con il sughino di melanzane e pomodorini. Aggiungete un cucchiaio di stracciatella e una fogliolina di basilico su ciascun cestino e… serviteli immediatamente  🤤
Consiglio: i cestinetti posso essere preparati anche in anticipo ma vi consiglio di riempirli solo all’ultimo secondo. In questo modo la pasta phyllo rimarrà croccante. 
Spaghetti con pesto di pistacchio e cozze

Spaghetti con pesto di pistacchio e cozze

Siete disperati perché avete ospiti a cena e ancora non sapete cosa cucinare?

Io vi consiglio di preparare questi Spaghetti Pasta Armando con cozze e pesto di pistacchio 🤤

Sono pronti in 15 minuti, sono di una bontà indescrivibile e riusciranno anche nel miracolo di mettere tutti d’accordo…vi pare poco? 🤩

Ps. Se poi non dovessero piacere proprio a tutti è pure meglio così ve li mangiate tutti voi 😂

 

Ingredienti per due persone:
500 g di cozze
80 g di pesto di pistacchio
1 spicchio d’aglio
Olio evo q.b.

 

 

Procedimento:
  • Fate scaldare un giro d’olio in padella e aggiungete lo spicchio d’aglio.
  • Non appena si sarà imbiondito, aggiungete le cozze, copritele e lasciatele cuocere fino a che non si saranno completamente aperte.
  • Una volta aperte, rimuovete lo spicchio d’aglio e spegnete il fornello.
  • Lessate la pasta, riaccendete il fornello sotto la padella sotto le cozze, scolate la pasta al dente direttamente lì dentro e aggiungete il pesto di pistacchio.Aggiungete anche un mestolo di acqua e portate a termine la cottura.
  • Non appena l’acqua avrà lasciato il posto ad una deliziosa cremina, spegnete il fornello e correte a divorarla.