Seleziona una pagina
Gnocchi di patate con crema di datterini gialli e burrata

Gnocchi di patate con crema di datterini gialli e burrata

Questa ricetta per me non è una ricetta come le altre per 2 motivi. Il primo è che è stata la protagonista della mia prima video ricetta (se non l’avete ancora vista correre a dargli un’occhiata 😊). Il secondo è che è il piatto che ho insegnato a fare a Nancy Brilli quando mi ha invitata a cucinare con lei nella sua magnifica cucina 😍 e vi garantisco che se è riuscita a farlo lei (che è fantastica, ma in cucina non è proprio Carlo Cracco… 😂) ci riuscirete benissimo anche voi…scommettiamo? 😍

 

Ingredienti per 2 persone:

500 grammi di patate rosse 

100 grammi di farina (+ semola per la spianatoia) 

1 uovo 

250 grammi di datterini

1 burrata da 125 grammi 

Basilico 

Parmigiano q.b. 

 

Procedimento: 

  • In una pentola capiente sistemate le patate e coprite con abbondante acqua fredda.  Dal momento in cui l’acqua sarà a bollore contate circa 30 minuti, ma fate comunque la prova forchetta: se i rebbi entreranno senza difficoltà nel mezzo allora potrete scolarle. Pelatele mentre sono ancora calde e subito dopo schiacciatele sulla farina che avrete versato sulla spianatoia. Aggiungete l’uovo leggermente sbattuto e un pizzico di sale. Impastate velocemente con le mani fino a che non avrete ottenuto un impasto morbido, ma compatto. Prelevate una parte di impasto e stendetelo con la punta delle dita per ottenere dei filoni, spessi 2 centimetri. Per farlo aiutatevi infarinando la spianatoia con della semola. 
  • Dedicatevi ora alla preparazione del sugo. In una pentola fate scaldare 3 cucchiai di olio. Tagliate a metà i pomodorini e gettateli nella padella insieme a qualche foglia di basilico. Fateli cuocere per circa 10 minuti e poi trasferiteli in un frullatore a immersione. Frullateli insieme alla burrata e a una manciata di parmigiano. 
  • Cuocete gli gnocchi in acqua salata e, una volta che saranno venuti a galla, scolateli e saltateli in padella con la crema di datterini. Aggiungete qualche fogliolina di basilico e…..buon appetito 🤤
Mezze maniche con piselli, guanciale croccante e pistacchi

Mezze maniche con piselli, guanciale croccante e pistacchi

Pollicino lasciava cadere briciole di pane per ritrovare la strada di casa 🏡 Io invece lascio cadere briciole di pistacchi per essere sicura di non perdere neanche una mezza manica con piselli e guanciale 🤤

Visto quanto sono buone, secondo voi riuscirò a non farmene scappare neanche una? 😋

 

Ingredienti per 2 persone: 

250 grammi di mezze maniche 

350 grammi di piselli surgelati

80 grammi di guanciale 

40 grammi di granella di pistacchi 

Parmigiano a piacere 

 

Procedimento: 

  • Tagliate il guanciale a listarelle e fatelo rosolare in padella (senza aggiunta di grassi che è già bello grasso di suo).
  • Non appena risulterà dorato e croccante, toglietelo dalla padella e mettetelo ad asciugare su un foglio di scottex. 
  • Nella stessa padella nella quale avete cotto il guanciale, versate i piselli ancora surgelati. Fateli insaporire per qualche minuto, aggiungete mezzo bicchiere d’acqua e lasciate cuocere per circa 15 minuti. 
  • Trascorso il tempo necessario affinché i piselli cuociano, frullateli con un paio di mestoli di acqua di cottura. La crema che otterrete dovrà risultare piuttosto liquida. 
  • Portate a bollore in una pentola abbondante acqua salata e lessate la pasta. 
  • Scolatela e mantecatela con la crema di piselli e un altro mestolo di acqua di cottura. Fate ritirare leggermente l’acqua, aggiungete il guanciale e lasciate insaporire per qualche istante. 
  • Fuori dal fuoco aggiungete una spolverata di parmigiano, la granella di pistacchi e…. correte a tavola a divorarla 🤤
Tonnarelli con barbabietole rosse, rosmarino e robiola

Tonnarelli con barbabietole rosse, rosmarino e robiola

Ho preparato questa pasta nella giornata mondiale del Pi greco…. ma secondo voi, (con tutto il rispetto per i matematici per cui nutro una stima profonda visto che per me chi padroneggia concetti come quello di “costante”, “funzione” e “derivata” meriterebbe il Nobel e 140 medaglie al merito🎖) non sarebbe stato molto meglio istituire la giornata mondiale dei tonnarelli con crema di barbabietola rossa profumata al rosmarino e robiola?! 😋

Secondo me si e pertanto vi lascio la ricetta! 😊

 

Ingredienti per 2 persone:

250 grammi di tonnarelli 

250 grammi di barbabietole rosse

60 grammi di robiola

Parmigiano a piacere

Rosmarino 

 

Procedimento: 

  • Lessate le barbabietole in acqua leggermente salata. 
  • Una volta che risulteranno tenere, scolatele e tagliatele a tocchettini. 
  • In una padella fate scaldare 4 cucchiai di olio e aggiungete qualche ramoscello di rosmarino (sentirete che profumo!). Aggiungete ora anche le barbabietole e fatele insaporire per qualche minuto. 
  • Rimovete i ramoscelli di rosmarino e frullate le barbabietole con la robiola.
  • Portate a bollore in una pentola abbondante acqua salata e lessate la pasta. Conservate due mestoli abbondanti di acqua di cottura e, non appena pronta, scolatela. 
  • Fate ora saltare la pasta in padella con la crema di barbabietole e l’acqua di cottura che avevate tenuto da parte.

Aggiungete una manciata generosa di parmigiano e correte a tavola a divorarla 😋 

Cestini di pasta phyllo “all’amatriciana” di datterini

Cestini di pasta phyllo “all’amatriciana” di datterini

I vostri amici vi chiamano alle 20 e vi chiedono se possono venire a cena da voi perché loro nel frigo non hanno proprio niente?? Niente panico! Ho io la soluzione che fa per voi. In pochi minuti preparerete un antipasto talmente buono che l’unico rischio che correrete sarà quello di diventarne dipendenti…..e forse anche di ritrovarvi i vostri amici davanti alla porta di casa molto più spesso 😂

 

Ingredienti per 4 persone:

4 fogli di Pasta phyllo 

400 grammi di pomodorini datterini 

150 grammi di guanciale 

80 grammi di pecorino grattugiato 

 

Procedimento: 

  • Tagliate il guanciale a listarelle e fatelo rosolare in padella (senza aggiunta di grassi). Non appena si sarà dorato, aggiungete i pomodorini (che avrete precedentemente spaccato a metà) e fate cuocere per altri 10 minuti
  • Nel frattempo dedicatevi alla preparazione dei cestinetti: stendete la pasta phyllo, ricavatene 2 fogli e tagliateli in quadrati di circa 10 x 10 cm. Con l’aiuto di un pennello, ungete con un goccio d’olio gli stampini e la pasta phyllo.
  • Disponete quest’ultima all’interno degli stampini e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 5/7 minuti. 
  • Una volta pronti, sfornateli, toglieteli dagli stampini, riempiteli con il sughino all’amatriciana e aggiungete una spolverata di pecorino romano. 

Buon appetito 😋

Instagram
Facebook
YouTube